Adorno ai tempi dei rottamatori

Scritto da: Lucia Senesi

“Il neoclassicismo, e cioè quel tipo di reazione che non si riconosce e non si professa come tale, ma pretende di spacciare come avanzato anche e proprio il momento reazionario, era l’avanguardia precorritrice di un tendenza di fondo che avrebbe appreso ben presto, sotto il fascismo e nella cultura di massa, a sbarazzarsi di ogni indebito riguardo nei confronti degli artisti ancora troppo delicati e sensibili, e a sposare lo spirito della Courths-Mahler a quello del progresso tecnico. Il moderno è diventato effettivamente inattuale. La modernità è una categoria qualitativa, e non già cronologica. (…) Alla regressione psicologica degli individui, che fanno a meno dell’io, corrisponde una regressione dello spirito oggettivo, in cui l’ottusità, la mancanza di gusto e il bisogno di liquidare le scorte di magazzino impongono ciò che è scaduto e deperito da tempo come l’ultima e più aggiornata potenza storica e condannano, invece, come reo di passatismo, tutto ciò che non si affida con entusiasmo al corso della regressione. Questo scambio o quid pro quo di progresso e reazione fa sì che orientarsi nel mondo dell’arte contemporanea sia quasi altrettanto difficile che in quello della politica, e paralizza, inoltre, la produzione stessa, dove chi cerca di rimanere fedele a intenzioni radicali non può fare a meno di sentirsi un arretrato, un abitatore di caverne, mentre il conformista non siede più timido e confuso nella sua pergola, ma si inoltra con l’apparecchio a reazione nel trapassato remoto.”

Adorno, Minima moralia

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...