A tutti gli uomini raffinati delle Nazioni Unite – Samih al-Qasim

Scritto da: Lucia Senesi

 

A tutti gli uomini raffinati delle Nazioni Unite

Signori d’ogni paese!
A che servono in questi tempi
Le cravatte a mezzogiorno… e le accese discussioni?
Signori d’ogni paese!
Il muschio che mi è cresciuto nel cuore
Ha coperto tutte le pareti di vetro.
A che cosa potrebbero servire in questi tempi
Le infinite riunioni,
gli importanti discorsi,
le spie,
le parole delle prostitute…
e le discussioni?
Signori!
Lasciatemi girare come desidera la scimmia di luna,
e venite qua…
nel mondo ho perduto i ponti.
Ho il sangue giallo
Ed ll cuore distrutto dal fango dei voti.
Signori d’ogni paese!
Che la mia vergogna sia una peste,
e un serpente il mio dolore!
O scarpe nere e lucide di ogni terra!
La mia ira è tanto più forte della mia voce…
Ma l’epoca è vigliacca,
e io sono senza mani!

Samih al-Qasim, A tutti gli uomini raffinati delle Nazioni Unite

 

samih2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...