Dialettica uomo-donna – Italo Calvino e Stanislaw Grygiel

Scritto da: Lucia Senesi

 

“Si conobbero. Lui conobbe lei e se stesso, perché in verità non s’era mai saputo. E lei conobbe lui e se stessa, perché pur essendosi saputa sempre, mai s’era potuta riconoscere così.”

Italo Calvino, Il barone rampante

 

“La filosofia non basta per poter conoscere l’essere uomo e l’essere donna, perché la loro unione è immagine della verità del compimento dell’uomo; la persona umana sconfina dall’umano. Ogni immagine è comprensibile soltanto alla luce della realtà cui essa è immagine. Gli uomini che non lo “ri-conoscono” smarriscono la strada. Delusi, cadono nel conflitto dialettico in cui l’uno cerca di sconfiggere l’altro senza accorgersi che nella dialettica ogni vittoria distrugge tutti. […] L’uomo, allora, comprenderà il proprio essere a condizione che comprenda la donna. Non lo farà, però, mai, se ella non comprende sé stessa.”

Stanislaw Grygiel, Dolce guida e cara

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...