Rizzoli chiede suggerimenti

Scritto da: Lucia Senesi

 

Rizzoli chiede suggerimenti in merito ai luoghi più deprimenti (o malinconici) della letteratura. Questi, secondo Flavorwire.

 

Rizzoli

 

Ecco i miei:

 

la camera di Madame Bovary, la casa di Jean Valjen dopo che Cosette va a vivere con Marius, i sobborghi londinesi raccontati da Céline, la cella di Panagulis in “Un uomo”, uno qualunque dei luoghi descritti da Proust dopo la morte di Albertine; e poi la cella dove sceglie di restare Margherita nel Faust, la camera dove Antonio Dorigo incontra Laide, i mandorli amari sotto i quali sosta Florentino Ariza per vedere Fermina Daza, la biblioteca dove si scambiano lettere Julien Sorel e Mathilde, la panchina dove discutono Aglaja e il principe Miskin, la stanza dove Alesa spiega a Kòlja perchè “non bisogna essere come tutti”, lo specchio di fronte al quale Ginia si spoglia dopo aver visto Guido per l’ultima volta. Continuo?

E i vostri? Scriveteci!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...