Il Vangelo secondo Matteo e (Il) Deserto Rosso compiono 50 anni

Testo di: Lucia Senesi

 

Com’è noto, e se non è noto ve lo rendo noto io, Pasolini era molto critico nei confronti di Antonioni. Scrisse cose terribili su La notte, che non riporto qui perché sto male solo a rileggerle. Vi basti pensare che, al tempo, mi feci un’oretta di pianto su questa storia. Ero ancora nell’età in cui si crede che i nostri pensieri debbano procedere sempre, e in tutto, di pari passo con quelli delle persone che amiamo. Ma, naturalmente, non è così. Piano piano si capisce, le ore di pianto diventano mezzore, poi un quarto d’ora, e finiscono per esaurirsi in dieci minuti scarsi. E un giorno, incomprensibilmente, smetti proprio di piangere e dici, ad alta voce: sai Pier Paolo? Non sono d’accordo con te, stavolta. Oriana mia, su questo non posso darti ragione. Italo, più rileggo questa lettera e più penso che dovresti riflettere su ciò che hai scritto. Sì, io ci parlo. Julian Barnes parla con la moglie che non c’è più? (Anzi, morta. Lui dice che bisogna dire proprio morta, senza tanti giri di parole per rendere la cosa più carina.) E io parlo con gli scrittori!

 

desertorosso2

 

Ma comunque. Dicevamo che compiono cinquant’anni Il Vangelo secondo Matteo e (Il) Deserto Rosso, entrambi del 1964. Chi non li ha visti (pazzo!), li guardi subito e si penta dei suoi peccati! (sorridete, orsù, che poteva andare peggio; pensate se avessi parlato ancora di Leopardi!)

Quell’anno, a Venezia, vinse il film di Antonioni. E un lettore di Vie nuove, scrisse a Pasolini una lettera dove polemizzava con la scelta della giuria. In quell’occasione, Pier Paolo Pasolini, ed è uno dei tanti motivi per cui amo quest’uomo, rispose così:

 

“Ti ringrazio di “tenere” per me contro Antonioni. Ma qui, non per lealtà (la lealtà è un concetto feudale e pericolosamente retorico: quanti giovani, per lealtà, sono diventati repubblichini?), ma per dovere di chiarezza e di libertà critica, devo polemizzare con te, a favore di Antonioni.”

 

P.S. Lo dirò anch’io per dovere di chiarezza e di libertà critica: li amo entrambi. Immensamente.

 

VangelosecondoMatteo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...