L’adolescenza – Proust

Scritto da: Lucia Senesi

 

A grande richiesta, per chi vuole contestualizzare la frase di Proust:

 

“Ma la caratteristica della ridicola età che attraversavo – età niente affatto ingrata anzi fecondissima – è di non consultare mai l’intelligenza e credere che i più irrilevanti attributi degli esseri umani facciano parte indivisibile della loro personalità. Circondati sempre da mostri e da dei non si conosce mai la calma; non ci sono quasi gesti compiuti in quel tempo, che non si vorrebbe più tardi poter abolire. Ma ciò che invece si dovrebbe rimpiangere, è di non aver più la spontaneità che ce li faceva compiere. Più tardi si vedono le cose in modo più pratico, pienamente conforme al resto della società, ma l’adolescenza è il solo periodo in cui si sia imparato qualcosa.”

Marcel Proust, All’ombra delle fanciulle in fiore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...