Fashion Feminism: perché una precaria deve applaudire una donna ricca?

“Farei parte anche di una specie di collettivo che si occupa di questioni di genere. Le poche volte che riusciamo ad incontrarci, incasinate come siamo tutte quante, si nota che quelle più disponibili sono le stesse che non devono faticare per campare. Studiano, dormono, escono, i genitori pagano tutto e quindi hanno anche il tempo di dedicarsi all’attivismo. Così succede che a discutere in nome di tutte, già dal principio delle esperienze movimentiste, sono sempre quelle che hanno soldi e tempo. Avevo detto che sarebbe stato bello discutere di precarietà ma è arrivata una signora tal dei tali, ben vestita, di quelle che vanno spargendo il verbo femminista nei luoghi di reclutamento giovani, e ha detto che abbiamo l’emergenza quote rosa.”

Al di là del Buco

flappers011

Mi sveglio. In casa già qualcuno urla per un turno al cesso. Siamo in quattro e stiamo in tre stanze appena. Io dormo in un lettino a scomparsa, lo stesso in cui dormivo quando ero una bambina. Devo correre per il mio turno all’ipermercato. Concedono un part time per uno stipendio da fame. Devo riempire gli scaffali e posizionare bene i prezzi dei prodotti. Accompagno scatole strapiene di ogni cosa da un punto all’altro di quell’enorme bottega. Se faccio la brava e mi accontento è possibile che mi chiamino anche per le prossime feste. Contratto a scadenza fissa, stagionale, e poi vaffanculo allo stipendio, per piccino che tu sia, ti vorrei nella tasca mia.

View original post 1.273 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...